Home Page | L'Esperto risponde | Obiezione di coscienza

Obiezione di coscienza

Domanda

Volevo sapere rispetto all'ivg cosa "non fa" l'obiettore di coscienza prima durante e dopo l'intervento.Ad esempio si possono eseguire prelievi, assistere durante l'intervento l'anestesista, incannulare vena, ecc. ecc. Per favore rispondere in quasti termini e cioè specificare cosa NON fa l'obiettore poichè ci sono problemi nel luogo in cui lavoro-Grazie

Risponde il Dott. Angelo Francesco Filardo

Risposta

Carissima Sara,

l' art. 9 della legge 194  recita "L'obiezione di coscienza esonera il personale sanitario ed esercente le attività ausiliarie dal compimento delle procedure e delle attività specificamente e necessariamente dirette a determinare l'interruzione della gravidanza, e non dall'assistenza antecedente e conseguente all'intervento".  La Conferenza Episcopale Italiana nell'istruzione pastorale "La Comunità Cristiana e l'accoglienza della vita nascente" (8 dicembre 1978) afferma "non è lecita la cooperazione prossima all’azione abortiva diretta, quale si verifica con le prestazioni richieste all’équipe delle sale operatorie e con il rilascio di attestati che siano una vera e propria autorizzazione all’aborto per il loro contenuto e per il loro valore legale" e nella nota della Presidenza del 1 luglio 1978 chiarisce al punto c)  "è lecita l'assistenza antecedente, se specificamente e necessariamente non finalizzata a determinare l'interruzione della gravidanza".

  Ora per valutare se un prelievo è una attività specificamente e necessariamente diretta a determinare l'interruzione della gravidanza bisogna vedere se rientra nella lista delle procedure per l'IVG del tuo reparto, mentre tutto il resto non deve sere fatto dall'obiettore, cioè assistere l'anestesista durante l'intervento, incanulare la vena per l'intervento, portare la donna in sala operatoria, partecipare in qualsiasi modo all'intervento oppure somministrare prima dell'intervento prostaglandine (cervidil, misoprostol, ......).

Per quanto riguarda il dopo l'intervento nella nota della Presidenza della CEI del 1 luglio 1978 leggiamo al punto e) "è lecita e doverosa  l'assistenza conseguente all'intervento, anche come testimonianza di umana sollecitudine e attenzione, dato che le"le difficoltà e le angustie di queste donne non sono soppresse dall'aborto, ma, salvo rarissimi casi, continuano a pesare su di loro".

    Se lavori in un Servizio dedicato all'IVG è evidente che devi chiedere di essere assegnata ad un altro Servizio; se lavori in un Reparto di Ostetricia nei giorni di D.H. dedicati alle IVG non dovresti essere assegnata al D.H., perchè è tuo diritto di obiettore non fare quello che prima ho elencato.

    Augurandomi di aver risposto a quanto richiesto cordialmente Ti saluto augurandoTi di essere sempre forte e determinata nella difesa della vita umana dal concepimento alla morte naturale certa che non sarai mai sola

  Angelo Francesco Filardo - ginecologo 

 

Seminario Mario Palmaro
Testimonianze
Produzione dell'uomo
Distruzione dell'uomo
Verità sull'Uomo
Mass Media e Verità
Documenti
Consigliati
Obiezione di coscienza
S.O.S. VITA CHIAMATA GRATUITA
24 ore su 24 per non lasciarti sola davanti ad una gravidanza inattesa o che ti spaventa.

L'ESPERTO RISPONDE

L'ESPERTO RISPONDE
Caro visitatore, benvenuto in questa nuova sezione del sito. Ci proponiamo, di poter rispondere alle domande poste avvalendoci degli esperti del Comitato Verità e Vita. Le domande e risposte rimarranno classificate e potranno quindi essere consultate dagli altri visitatori del sito.

FAI LA TUA DOMANDA

TUTTI GLI ARGOMENTI
RICERCA
Argomento
Testo da ricercare